Testimonianza di un amico di lunga data, molto "particolare"...

Luigi era un giovane studente che si affacciava alla vita, come tutti incerto. Lo abbiamo conosciuto e capito con piacere, nei suoi desideri e speranze.
Ha svolto i suoi studi brillantemente e si è fatto una bella famiglia, anche se niente lo aiutava, al tempo in questo o nel lavoro. Ha fatto cose, poi, tutte promotrici di gusto e bellezza e voglia di comunicarle. E' stato infatti grande lavoratore anche nella divulgazione, non solo nella sua ricerca o nella docenza.
Non capiamo ancora dove trovi le risorse per fare tutto quello che riesce a fare, nonostante famiglia e pesi e incarichi vari: un fenomeno, per molti versi e con una gamma di interessi incredibilmente vasta. Poliedrico, versatile e capacissimo in tutto quello che gli abbiamo visto fare negli anni.
Un fenomeno che Giulio GGT Guarini, ha nella sua semplicità e franchezza, riconosciuto da sempre, stimato e supportato, come poteva, ovvero senza azioni politiche (per lui impossibili!) ma con un'altra cosa importantissima: l'affetto e la stima e la voglia di vedere emergere chi è davvero bravo e onesto.
Un figlio scientifico, in tutto. Ma anche di più: un figlio a cui può chiedere adesso di rendere l'Università attuale più sensata e soddisfacente per chi la frequenta e per chi ci lavora.
Luigi ha certamente la forza, la tenacia e l'intelligenza per una carica (e un carico) importante come quello per cui si candida. La sensibilità e l'affetto che ha mostrato a noi in tanti anni siamo certi li riverserà, ancora una volta, anche nel suo lavoro e nel suo grande impegno per la cultura e l'Università.
Eleonora e Giulio Guarini*

 

*Giulio Guarini (Forlì, 4 marzo 1933 - Firenze, 4 luglio 2015) è stato professore associato di Cinetica chimica del nostro Ateneo fino al 31.10.1997, giorno del suo pensionamento. Il 18 dicembre 1980 fu relatore della tesi di laurea del candidato Rettore Luigi Dei: da allora il rapporto mentore-allievo si è trasformato in qualcosa difficilmente classificabile: un misto di riconoscenza, gratitudine e affetto ha accompagnato e accompagna l’anziano professore e il cresciuto allievo, una forte amicizia ma con un di più, ineffabile e magico. Un mese esatto dopo la mia elezione a Rettore Giulio è morto: ora la testimonianza è dell'amico allievo in memoria.

Eleonora Guarini, secondogenita di Giulio, è ricercatrice al Dipartimento di Fisica ed Astronomia.